Le 4 Discipline del Prepardness – Survival (Parte 4)

Survival = Sopravvivenza, ovvero tutte quelle azioni e capacità atte a consentire ad un individuo o gruppi di individui di rimanere in vita, durante un evento X inatteso, fintanto che non si riesce a ritornare ad una situazione di normalità e sicurezza, per tanto il survival non è una situazione voluta ma bensì inattesa e improvvisa.

Quindi si evince che quando vediamo su FB i maniaci dei boschi che dicono “io faccio Survival” possiamo tranquillamente rispondere con una sonora pernacchia.

Il survival non è solo avere il machete e accendere il fuoco con i bastoncini, ma anche riuscire ad aprire la porta della metropolitana quando il treno si ferma per un qualsiasi motivo in modo da evacuare, oppure sapere cosa fare se si è in macchina e ci si trova nel bel mezzo di un’alluvione.

Quindi il survival non ha un solo ambito, ma molteplici, montano, marino, cittadino, di campagna etc, e soprattutto il survival non ha strumenti, poiché non è detto che si ha l’oggetto giusto per quell’occasione, si può quindi comprendere che è soprattutto fatto di conoscenze e capacità acquisite con pratica e studio.

È indispensabile saper improvvisare! O meglio, avere delle conoscenze e delle capacità tali da non farsi cogliere impreparati.

PREPARARSI prima! Ossia prepping.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.